They Are All in Love

quadrophenia_cap1

Sì, lo so che sto partendo per andare a vedere “Tommy” alla Royal Albert Hall. Eppure, questa è la foto che più racconta di me. Ci ho messo quasi 37 anni a rispondere – non alla domanda classica, ma a me stessa – quale fosse il mio album della vita (degli Who e/o di chiunque altro).

Oggi so che è “Quadrophenia”. Lì, c’è dentro un oceano materno di femminilità (e non solo Mod, adolescenza, prime delusioni ecc.) Mi sono trovata tantissime volte lì sopra, come te, caro Jimmy. E in quella musica straordinaria, c’è tutto di me. Ogni minima parte.

Londra, arrivo. Non sei Brighton eppure di una cosa sono certa: ovunque, è Brighton. La mia vita è sempre stata un oceano. Non è stata una scelta, ve l’assicuro. Io ambisco alla terra ferma. E se sono qui, oggi, è solo perché mi ha salvata un faro chiamato musica.

Sto tornando a casa. La “mia” casa. In famiglia. La “mia” famiglia. Ho sempre pensato alla famiglia come a un nucleo di persone di cui ti puoi fidare perché ti conosce, ti accetta, ti parla, ti ascolta, ti supporta quando sei triste, non ti tradisce. La famiglia è calore, fiducia, affetto.

Sto andando a salutare chi, da 35 anni, mi ha sempre dato tutto questo. Mai una dimenticanza. Sempre una mano tesa. Ognuno ha la sua famiglia. Non ce n’è una soltanto.

 

Thank yWHO!

GTY_the_who_tty_06_jef_141111_22x15_1600

 

Prima di andare a dormire, dopo una giornata di lavoro lunga e densa, voglio farvi sapere che VOI mi avete inviato per il progetto The Who By Fans (Rizzoli/Skirà) la bellezza di circa 600 fotografie inedite da tutto il mondo e testimonianze per 260mila battute totali. Persino Pete e Keith si stupiscono.

Sarà un autunno caldo…

GRAZIE. Dal profondo del cuore. A tutti, ma soprattutto a chi conosco e ho incontrato in tutti questi anni di tour e di backstage, anche di persona. A chi ha sempre speso una parola buona verso di me, a chi ha voluto condividere. A chi, magari, non vedo e non sento spesso, ma poi ogni volta mi fa sentire a CASA. A chi si è mosso per incontrarmi. A chi ha inviato il suo meglio, anche artisticamente il livello è altissimo – tra i fan degli Who vi sono artisti, scrittori, fotografi, registi, attori e giornalisti fantastici!

Un altro progetto finito. Un’ennesima scelta d’amore che, nel suo piccolo (ma speriamo nel suo grande), andrà a sostenere il TEENAGE CANCER TRUST.

Siete stati indispensabili. TUTTI. Vi voglio bene.