Just wanna be misunderstood

7044fd9b3425bbc78bbab7d266aabab9

Conto alla rovescia e qualche cosetta da puntualizzare. Ennesima, triste panoramica dei media italiani ad oggi. A poche ore dal primo show degli Who a Bologna.

Non è una novità. Sorrido un po’ amaramente, tuttavia, pensando a come in Italia – e solo qui – pullulino agenzie e uffici stampa. Marche e sottomarche e collaborazioni. Quando, lo stesso Tg2, poco fa ha rimarcato come top della Cultura&Spettacoli l’uscita del nuovo video di Renga (contro il quale, beninteso, non ho nulla). Del resto, mi era bastato già il surplus su quanto è figo Agnelli, che in giuria ha mortificato tutto e tutti. Dio, quanto è figo! E meno male che c’è lui (contro il quale, beninteso, non ho nulla – ma se vi dico che allora trovo più alternativo Lindo Ferretti, mi tirate le pietre?)

Dopo di che, “a caldo” ne ho anche un po’ per voi. A parte alcuni (pochi) e “sensati” amici veri – degli Who e della musica, non dico miei – mi state massacrando, anche al telefono di casa e persino da mia madre (che, aimé, porta il mio stesso cognome sull’elenco), con le vostre menatine da Seconda Elementare:

“Io fotografo da 25 anni, lui da 7 quindi vorrei il posto davanti” (che poi, io mica sistemo i fotografi… ci deve essere un equivoco – e se fosse, per partito preso, vi manderei subito in fondo);

“E’ possibile avere un autografo per un amico del cugino di una mia amica che ha un fidanzato a cui (forse) piacciono gli Who?” (Certo! Sarà il primo pensiero di queste giornate, mettermi – io – in fila a chiedere autografi per una cinquantina di semisconosciuti);

“Vorrei un pass, anzi cinque… facciamo il selfie?” (sì, magari scritto SELFY per Facebook così poi la zia, la vicina di casa, il nonno dell’edicolante, l’ex amante e pure il portinaio vi guardano pensando “‘mazza, s’è fotografato con uno famoso, non so chi sia ma pare famoso… ‘mazzate, oh!”

E veniamo a Facebook. Da un pezzo meditavo di uscirne. Stufa di commenti spiccioli, alcuni dei quali ultimamente hanno addirittura offeso terze persone (mie amiche) sulla mia bacheca – volete proprio offendere? Usate la vostra (non ve l’ha spiegato, mammina?) E sono stufa di vedere per forza gambe, tette, cagate, moine, video, opere d’arte (sulle quali si potrebbe aprire una lunga parentesi…) che non mi interessa affatto vedere.

Prossimamente toglierò tutto e tutti, lasciando solo e unicamente un profilo adibito a raccogliere materiale sugli Who, per il prossimo progetto dedicato a loro e a scopo benefico. Non offendetevi. Piacenza è anche troppo piccola, tra l’altro, senza che ci sia bisogno di vedersi ogni dì pure sull’iPhone.

A questo punto, mi resta la curiosità di vedere se i media nazionali, nei prossimi giorni miglioreranno un po’. Se la gente, questa sera, si godrà lo show o sarà tutta presa a postare foto in diretta per far vedere che si trova lì. Certo, saremo tutti lì. E sapete come? Grazie a un vero e proprio scoop, da mettere sul New Yorker, mica su Facebook: possedendo un biglietto!!!!

Cercate di capire qualcosa di quel che vedrete e ascoltate – ma in caso contrario, per quanto mi riguarda fa davvero pochissima differenza.

ps: no, non ce li ho tre minuti per bere un caffettino

Annunci

2 pensieri su “Just wanna be misunderstood

  1. Ciao Eleonora. La mia unica richiesta è di farmi sapere se verrai a “trovarci”. Grazie :). Buona Musica

    Mi piace

  2. Be kind, be real or get out of my face…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...